Long Island è il mare di New York e sulla cartina ha la forma vogliosa di una donna, come nota subito il giovanissimo Mills, men che ventenne. E la tranquilla e amena Orient è appollaiata all’estremità della penisola. Una comunità fiera e orgogliosa della sua chiusura al mondo luccicante della metropoli, il contrario dei più […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Criminali, androidi e Sterminatore 17: la fantascienza anni 70 di Bilal e Dionnet

prev
Articolo Successivo

Le vivaci notti di Salvo Sottile oltre la barriera “marzullina”

next