Piuttosto ipocrita Theresa May. Lancia la crociata contro Mosca, che le portaerei informative occidentali battezzano “guerra delle spie a Londongrad”, la ricca, potente e off limit comunità russa (200 mila immigrati) di Londra. Ma lo scopo è ben altro: dirottare l’attenzione dai grossi problemi interni che turbano il governo, come il dibattito sull’austerità, la grossa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)