Che parabola!, Kim Jong-un: da Rocket-man, ciccio bomba dell’Olocausto nucleare, a protagonista dell’alba di pace nella penisola coreana. Tutto nel giro d’un mese, dopo un anno d’insulti reciproci con il presidente Usa, di test nucleari, di lanci missilistici – provocazioni e azzardi, sempre con il rischio che qualcosa andasse storto. Ovviamente, la parabola non è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

’Ndrangheta, l’Uruguay autorizza l’estradizione del boss della coca Morabito: era latitante da 25 anni

prev
Articolo Successivo

Donald l’istrione azzarda una pace fallita per decenni

next