Ilda Boccassini torna a guidare un dipartimento della Procura di Milano: quello sulla corruzione, che si occupa dei reati contro la pubblica amministrazione, erede del pool di Mani pulite. Era stata costretta a lasciare la guida della Direzione distrettuale antimafia dalla norma (spesso criticata perché disperde esperienze) che impone la rotazione dopo otto anni. Ed […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Valtur a un passo dal crac: mille lavoratori con il fiato sospeso

prev
Articolo Successivo

Udine rivoltata. La bella annoiata si concede a Salvini

next