Abbiamo tolto Gerusalemme dal tavolo”, dice il presidente Usa Donald Trump seduto a fianco del premier israeliano Benjamin Netanyahu fra le nevi di Davos, “quindi non ci sono più ostacoli al proseguimento del processo di pace”. La Casa Bianca tira dritto sulle decisioni di riconoscere la Città Santa come capitale di Israele e di trasferire […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Primavera” anticipata Kabul campo di battaglia

prev
Articolo Successivo

La Guantanamo di al-Sisi: entri a Tora e poi muori

next