Uscendo nottetempo dalla direzione Pd per le candidature, Matteo Renzi l’ha definita “una delle esperienze personali più devastanti”. Ovviamente non per lui, che sarà eletto di sicuro (c’è sempre una prima e un’ultima volta), ma per gli altri trombati da lui. E, soprattutto, per gli eventuali elettori del Pd, chiamati a una prova d’amore che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La vignetta di Mannelli

prev
Articolo Successivo

La testatina

next