L’Italia migliore è inequivocabilmente francese. E i ventuno presunti falsi di Amedeo Modigliani in mostra al palazzo Ducale di Genova sono l’ovvio lapsus. Rivelano, infatti, quella segreta pulsione della riproducibilità tecnica dello charme da non riferire allora al pittore dei colli lunghi ma alla città che gli dà crisma. È il fare carte false per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

La Settimana Incom

prev
Articolo Successivo

Bari vs New York: è dura far capire cos’è il panzerotto

next