strategie/2

Grasso lancia un amo al M5S. Ma i suoi: “Non è in agenda”

Il leader di Liberi e Uguali vuole sedersi al tavolo dopo il 4 marzo, per ora i parlamentari frenano: “Impossibile parlare con chi è contrario allo Ius soli”

6 Gennaio 2018

Pietro Grasso dà le carte, i suoi le nascondono. Il capo accelera e lancia timidi segnali di una possibile alleanza dopo il voto con il M5S, i parlamentari frenano. Perché l’obiettivo di Liberi e Uguali è ricostruire il centrosinistra: puntare forte sui programmi, ascoltare gli altri e piazzarsi al centro della scena politica va bene. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui