Non si arresta la battaglia in corso in Salento per esigere legalità e trasparenza da parte del governo sulla realizzazione del gasdotto Tap. È la volta di un cittadino residente a Melendugno, Graziano Petrachi, che – a seguito del diniego da parte del Ministero dell’Ambiente a rilasciare sette documenti relativi allo stato di ottemperanza delle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Non solo Tap: contestazioni, comitati e sindaci senza poteri

prev
Articolo Successivo

Vaticano, il presepe filogay scatena la destra clericale

next