Ipotizziamo che la sostituzione dell’attuale sistema di tassazione progressiva con un’imposta proporzionale unica (una “flat tax”) del 15-20% proposta dai partiti di centrodestra sia sostenibile, nel senso che essa non imponga tagli al welfare tali da far riversare milioni di persone in piazza, e utile a incidere sul problema principale che ha l’Italia, ridurre la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Caro pedaggi, Toto “commissaria” i Trasporti

prev
Articolo Successivo

I bonus bebè, la beffa in un paese senza più figli

next