Almeno 300sudamericani, tra cui 16 calciatori professionisti brasiliani, sono riusciti ad avere la cittadinanza italiana avvalendosi di uno Ius sanguinis artefatto, costruito solo sulla carta. A scoprire la compravendita di cittadinanze sono stati i carabinieri di Somma Vesuviana. I militari dell’arma hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Nola a quattro indagati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)