La vita degli agenti delle star sarà più complicata. Almeno in Rai. Ieri, infatti, dopo lo stop della scorsa settimana anche per via delle pressioni di Viale Mazzini, la commissione di Vigilanza ha approvato all’unanimità l’atto d’indirizzo contro il conflitto d’interessi degli agenti. Parliamo fondamentalmente di due persone: Beppe Caschetto, con la sua società Itc2000, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Banche, Casini capo della commissione che definì “nefasta”

prev
Articolo Successivo

Consip, il Noe aveva chiesto di interrogare anche Renzi

next