Due domeniche fa i dioscuri del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista sono intervenuti, rispettivamente, a due manifestazioni completamente diverse tra loro. Il primo – che si appresta ad essere designato, attraverso votazione in rete, candidato premier (la designazione risulterà inconsistente e poco credibile se voteranno soltanto i soliti 40 mila […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Vignetta franzaroli

prev
Articolo Successivo

Riforma Boschi e Italicum, non si rassegnano

next