In questo 11 settembre, festa nazionale della Catalogna, il popolo catalano è tornato lì dove tutto ebbe inizio, a riempire il Passeig de Gràcia e le strade tutt’intorno fino a Plaça Catalunya. Allora, in quell’estate del 2010, scendeva in piazza contro la sentenza del Tribunal Constitucional che aveva fatto carta straccia dell’Estatut, la prima volta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

La modernità stravolge l’abbecedario

prev
Articolo Successivo

Pecunia olet: la Norvegia pronta a scaricare il greggio per diventare più verde

next