Patto delle fritture di pesce, nessun reato per De Luca

Archiviata l’inchiesta sull’accordo con i sindaci per i voti al Sì al Referendum

6 Settembre 2017

Il patto della frittura di pesce del 15 novembre 2016 all’Hotel Ramada tra Vincenzo De Luca e i sindaci per far votare sì al referendum costituzionale non è reato. Le accuse di istigazione al voto di scambio per il governatore Pd della Campania, difeso dall’avvocato Andrea Castaldo, vengono definitivamente archiviate. C’è la firma del Gip […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.