Veliateatro

Roberto Herlitzka fa cantare a Dante il Lucrezio del “De rerum natura”

Nell’antica Elea, ai piedi della Torre normanna, si tiene il Festival sul mondo classico e la filosofia

Di Paolo Isotta
13 Agosto 2017

“Zenon! Cruel Zenon! Zenon d’Elée!”: è il primo verso della penultima sestina del Cimitero marino, il poemetto di uno dei grandi poeti del Novecento, Paul Valéry: “Crudel Zenone, Zenone eleata!”. Il filosofo del quinto secolo a. Ch., oggi ricordato per il paradosso su Achille e la tartaruga, negante l’esistenza del moto, di continuo rimeditato da Borges, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui