Tripoli ha comunicato all’Organizzazione marittima internazionale (Imo) la sua Area di ricerca e salvataggio (Sar) ma l’iter è ancora aperto, poiché prima di rendere ufficiale la Sar di un Paese, secondo la convenzione che regola la materia, l’Imo deve avere l’ok dei Paesi vicini. È quanto hanno riferito all’agenzia Ansa dal servizio stampa dell’Imo. “Abbiamo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La nave d’estrema destra in avaria respinge i soccorsi “umanitari”

prev
Articolo Successivo

Emmanuel l’Africano nei guai con l’ex-colonia

next