Gli schiaffi in faccia a Bombolo, tze tze; gli “l’alimorté” di Tomas Milian nel ruolo di Monnezza-Girardi. Saviano ispiratore di Tatanka. Giancarlo Giannini dentro un film di Tinto Brass; Moana Pozzi davanti alla macchina da presa, non solo nuda; Franco Franchi vestito da kung fu: anche questo nasce dalla testa, dalla tenacia, dalla visione e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Le origini segrete della massoneria

prev
Articolo Successivo

Addio all’attrice Elsa Martinelli “gazzella” del jet set mondiale

next