Qualche tempo fa, su Sky, girava una pubblicità in cui c’era una donna di mezza età, sola, seduta sul divano in compagnia del suo gatto, che in piena notte non riusciva ad andare a dormire, a percorrere quei pochi metri che la separavano dal letto, perché era troppo curiosa di guardare l’episodio successivo di una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La nobiltà d’animo dei seduttori ossessivi

prev
Articolo Successivo

In cammino

next