Al ricatto cui siamo sottoposti risponderemo con lo sciopero a oltranza e con un ricorso al giudice per comportamento antisindacale”. La battaglia dei giornalisti dell’Unità contro la proprietà della testata, la Pessina Costruzioni, sta per trasferirsi in tribunale. Un’iniziativa che sarà accompagnata, a partire da oggi, dall’astensione dal lavoro. Il dito dei cronisti è puntato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Il gelo tra Boschi e Unicredit dopo il rifiuto di salvare Etruria

prev
Articolo Successivo

Il centro d’accoglienza del clan

next