Non solo “dolore”, ma anche l’”umiliazione di formali ossequi” e la delusione nei confronti di una giustizia che non è riuscita a punire il colpevole dell’uccisione della figlia. Luciana Alpi, madre di Ilaria, la giornalista uccisa in Somalia il 20 marzo 1994 con l’operatore Miran Hrovatin, probabilmente a causa dei servii che stavano facendo su […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)