Il governo punterà forte sulla stretta. Perché ha un ministro che è anche candidato alle Primarie del Pd, magari voglioso di esibire come un trofeo la “sua” riforma. E poi perché certe tentazioni possono essere irresistibili per un esecutivo renziano, soprattutto in tempi di caso Consip, con il suo rumoroso corollario di “amici e parenti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Babbo Tiziano si auto-sospende dalla segreteria dem di Rignano

prev
Articolo Successivo

Inchiesta Consip, Romeo resta in carcere

next