Dentro il Pd, a 24 ore dalla dirimente se non storica direzione di domani, il caos è talmente fluido e arroventato come la lava vulcanica che un acuto parlamentare antirenziano riassume così il quadro: “I grandi vecchi miglioristi pensano sempre di fare i burattinai ma io tutte queste sensazioni su Orlando non ce l’ho. Siamo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Renzi, congresso lampo (e magari elezioni subito)

prev
Articolo Successivo

Listopoli, fritture e altri guai: a Napoli il Pd va in analisi, ma l’assemblea è mezza vuota

next