Ieri, durante Pomeriggio 5, si è celebrata la morte di tutte le lotte contro il femminicidio. Possiamo tornare al cucito, alle attività domestiche e metterci l’anima in pace, noi donne. Il collegamento era da una stanza dell’ospedale di Messina in cui è ricoverata Ylenia, la ragazza finita d’urgenza nella struttura tre notti fa, quando qualcuno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Litigi per i brutti voti”. A 16 anni uccide i genitori

prev
Articolo Successivo

Miss Romagna sfregiata con l’acido dal suo ex compagno

next