Il suo battesimo politico risale al 2009 nella sala congressi di un albergo di Salerno, con suo padre Vincenzo seduto in prima fila. Piero De Luca parlava della funzione strategica del Mediterraneo in Europa. Referendario già da un anno alla Corte di giustizia europea, la sua luce però non brillava, così come quella del padre […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Maroni: “Il Sisde faceva dossier su partiti e politici”

prev
Articolo Successivo

Il sultano siciliano

next