Mi assumo tutte le responsabilità della sconfitta. Ho perso io”. Matteo Renzi inizia a parlare a Palazzo Chigi poco dopo la mezzanotte. L’abito è quello scuro, da premier, la cravatta nera. Parla sicuro, spedito, mentre dice “l’esperienza del mio governo finisce qui”. Anche se si commuove due volte. Voce strozzata, lacrime trattenute, mentre ringrazia Agnese, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La Carta ha vinto col 60%. Al voto 34 milioni di italiani

prev
Articolo Successivo

I guai per lo spoglio delle schede estere e la psicosi da matita: cronache dai seggi

next