Ogni tanto ieri alla Leopolda inquadravano un dipinto di Velasquez o forse di Goya anche se in posa non c’era la famiglia di Carlo IV bensì i familiari di Matteo Primo, con la corte al completo (Boschi, Moretti eccetera). Mancava solo il levriero. Mirabile tableau vivent dove spiccava il profilo severo di Massimo Recalcati psicanalista […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Cuperlo&Richetti, i ‘redenziani’ placati con un piatto di lenticchie

prev
Articolo Successivo

Franceschini non si accorge dello scandalo Aci-Mille Miglia

next