L’attacco del discorso è disarmante. “Siamo fermi, da mesi ormai non riusciamo più a fare intercettazioni telematiche”. Lo sfogo arriva direttamente dal- l’Antiterrorismo e certo questo non rassicura, soprattutto mentre l’allerta per futuri attacchi jihadisti è massima. Anche perché “non è vero che l’Italia oggi rappresenta solo una tappa di passaggio per i terroristi, ma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Referendum sociali: la Buona Scuola è senza firme

prev
Articolo Successivo

“Un’impresa in odore di mafia al porto di Viareggio”

next