Tutti invocano un confronto di merito. Auspicabile ma improbabile. Anche nella recente direzione del Pd la discussione si è concentrata pressoché esclusivamente sulla legge elettorale. Questione connessa ma anche relativamente distinta. Da come si sono messe le cose e complice la oggettiva complessità della materia, è probabile che a decidere l’esito della consultazione siano motivazioni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Processo penale, serve più coraggio

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Beppe Mora

next