Nessuna riforma contro i giudici”. Con una battuta, il premier blocca il disegno di legge n. 2067 sul processo penale. Lo fa dopo che il presidente della Associazione nazionale magistrati l’aveva bollato come “inutile e dannoso”. Così, le proposte del Guardasigilli, discusse per due anni dentro e fuori il Parlamento, si arenano a pochi metri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Un’impresa in odore di mafia al porto di Viareggio”

prev
Articolo Successivo

Riforma: il prezzo della lacerazione è troppo alto

next