Senatori a vita: un’altra ambiguità della riforma Vi scrivo per sottoporvi un dettaglio linguistico che mi è saltato all’occhio durante la lettura degli articoli relativi alla riforma costituzionale promossa dal governo in carica. L’art. 57 della riforma così recita: “Il Senato della Repubblica è composto da 95 senatori rappresentativi delle istituzioni territoriali e da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Dove vanno i soldati italiani e perché

prev
Articolo Successivo

“La Cupola delle Cupole uccise il figlio di Cutolo”

next