Il governo tira dritto: porterà al voto del Parlamento il Documento di economia e finanza con le stime ballerine su deficit e crescita non approvate (“validate”) dall’Ufficio parlamentare di bilancio (Upb), l’autorità indipendente istituita dal Fiscal compact. È la prima volta che accade. Il governo apre quindi un precedente pericoloso, ignorando un’Autorithy terza, e per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Università, “basta baroni”: i superprof adesso li nomina Matteo Renzi

prev
Articolo Successivo

Terremoto, il decreto delle buone intenzioni

next