Caccia al cronista. Con parolacce, spintoni, forse un calcio. L’ultimo giorno della festa di Palermo si trasforma anche nella giornata dell’insulto ai giornalisti, rei di assediare Virginia Raggi e di fare troppe domande. Volano insulti di ogni tipo, da “venduti” a “pezzi di merda”. E diversi colleghi vengono aggrediti fisicamente (coinvolta anche una giornalista del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Festa dei 5 Stelle acclama Raggi: zittiti i nemici interni

prev
Articolo Successivo

L’appello alla base e agli eletti: basta utopie, si fa sul serio

next