La vittoria del No al referendum sarebbe un “grande passo indietro” per attrarre gli investimenti stranieri in Italia, perché il vostro Paese “deve garantire di avere una stabilità di governo”. Le parole di John Phillips, ambasciatore Usa in Italia, durante un convegno al Centro studi americani (con il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e Giuliano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Cattiveria 1409

prev
Articolo Successivo

Referendum, l’ultimo slogan (falso) del fronte del Sì: “Così la riforma riduce le bollette”

next