Un vertice a sua immagine e somiglianza: l’ultimo G20 di Barack Obama non avvia a soluzione nessuno dei problemi in agenda. Di tutto si discute, in plenaria e nei bilaterali; ma, quando tocca tirare le somme, tutto resta aperto, nonostante i passi avanti qua e là fatti. Non che fosse semplice scovare la ricetta per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Calais, camionisti e agricoltori: “Sgomberate la giungla”

prev
Articolo Successivo

Consulente dei Regeni, la libertà è un’illusione

next