Simona Merra, uno dei magistrati incaricati di condurre le indagini sul disastro ferroviario di Andria dello scorso 12 luglio, rinuncia al proprio ruolo nell’attività investigativa. A comunicare la defezione del pm, il procuratore di Trani, Francesco Giannella. Lo si legge in una breve nota rilasciata nella giornata di ieri: “Responsabilmente e per desiderio di riportare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Benevento, indagine sui rapporti fra toghe e politica: perquisite case del pm Iannella e di un consigliere comunale

prev
Articolo Successivo

Si rischia il buco: stop alla vendita di Etruria & C.

next