Se un fantasma si aggira per l’Europa, non è quello del populismo, come tutti temono, ma un suo compare più insidioso e potente, che si chiama nazionalismo. È lui che muove la maggior parte delle inquietudini dell’Europa unita e dei Paesi che la circondano. Ha fatto capolino anche nel referendum britannico sulla Brexit, dove una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Sono passati ben 24 anni, e ancora non c’è la verità”

prev
Articolo Successivo

Froome e Schwazer: commercio di norme

next