Post socialdal contenuto razzista e omofobo, con insulti rivolti contro gli “zingari di merda” e poi offese reiterate verso i “negri come scimmie”, ai “froci indegni” e ai meridionali, con l’auspicio che il Vesuvio li “lavi col fuoco”. A scriverli, negli scorsi anni, sarebbe stato Daniele Mascolo, il fotografo che ha accompagnato passo dopo passo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)