Del libro di Matteo Salvini, Secondo Matteo, si sta parlando molto. Sta pure vendendo molto: primo nella classifica di saggistica. Probabilmente, però, lo leggeranno – davvero – in pochi. Non un gran problema: molto meglio dedicarsi a Vonnegut o Calvino, e il primo a saperlo è Salvini. La curiosità, però, è lecita: com’è questo libro? […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il sistema Lodi: rimborsi facili come le spese pazze in Regione

prev
Articolo Successivo

Altro che lavoretti: i voucher stanno creando super precari

next