Ipiù ricchi sono Angelucci e Tremonti. Pietro Grasso batte Laura Boldrini. Mentre si difendono bene Giorgio Napolitano e Mario Monti. Le dichiarazioni patrimoniali dei parlamentari per l’anno 2015 (relative all’anno 2014) sono le prime senza Silvio Berlusconi, decaduto da senatore nel novembre 2013. Anche per questo motivo il più danaroso del Palazzo è Antonio Angelucci, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Dal “Compagno G” al bandito Gnappa: tutti ospiti in Senato

prev
Articolo Successivo

Astensione sulle trivelle: la Cei scomunica il Pd

next