FQ MAgazine

Chris Cornell, addio alla voce di Soundgarden e Audioslave. Per la generazione grunge lo stesso dolore provato per Kurt Cobain

Nel libro La vita dopo Dio di Douglas Coupland c'è un bellissimo raccontino, un paio di pagine scarse, in cui l'autore canadese racconta di come ha appreso la notizia del suicidio di Cobain. Poche righe di una bellezza lancinante, perché quella notizia è stata, appunto, lancinante per una intera generazione, quella Generazione X che lo stesso Coupland ha contribuito a codificare e decifrare

Ricchi e Poveri, l’ormai duo torna per fare la guerra a Despacito: esce il loro aspirante tormentone over 50

Si intitola “Marikita”, è caratterizzata dagli esasperanti suoni latini, da un balletto replicabile in spiaggia e da un videoclip con mojiti a volontà. Dai che quest’anno la guerra dei tormentoni la vinciamo noi

Carl Brave X Franco 126, il duo romano di cui tutti parlano: tra sanpietrini e birra Peroni, inno a una Roma nostalgica e innamorata

Il pezzo Sempre in 2 su YouTube ha superato il milione di visualizzazioni. Da poco è stato lanciato anche il video del brano Pellaria che ha ottenuto subito ottime recensioni dalla critica. Carl Brave X Franco 126 hanno il dono della semplicità. Vanno dritti al punto, pochi giri di parole. L’accento romano nelle canzoni poi da quel tocco di simpatia e ironia. Polaroid è un titolo azzeccato per questo lavoro

Liberato, chi è il cantante misterioso che piace a Saviano e mette insieme un mix di Napoli e Usa come nemmeno il Sorrentino più paraculo

Impossibile resistergli. Liberato, chiunque lui sia, è un piccolo maestro di affabulazione e marketing, di musicofilia e intelligenza commerciale. Uno che probabilmente dopo Napoli finirà in qualche charts Usa a fare il verso ai rapper. Il Corriere del Mezzogiorno ha giustamente rievocato il paragone con Elena Ferrante. L’altrettanto misteriosa e invisibile scrittrice che con la sua Napoli “universale” ha saputo conquistare persino i lettori del Nebraska, è la pietra di paragone ideale con Liberato, facile esportatore di un messaggio e di un suono pop orecchiabile ovunque

Pink Floyd: Their Mortal Remains, dal 13 maggio al 1 ottobre la mostra definitiva a Londra

La mostra segue un percorso cronologico ed è ricca di memorabilia, imponenti gonfiabili e scenografie, strumenti musicali splendidi come la batteria Ludwig (con la riproduzione di “The Great Wave” dell'artista Hokusai) e vere e proprie icone del suono Floydiano come la “Black Strato” di Gilmour e l'organo Farfisa Compact Duo di Wright

Eurovision Song Contest, il superfavorito Gabbani entra papa ed esce cardinale: a Kiev è solo 6°

Vince il portoghese Salvador Sobral (758 punti) con “Amor pelos dois”, canzone intensa e dolcissima, tenendo a distanza la Bulgaria (615 punti). Molto staccate le altre: Moldavia (374), Belgio (363), Svezia (344) e, appunto, Italia (334). Il trionfatore di Sanremo non è riuscito a recuperare terreno neppure al televoto, dove si credeva potesse avere più presa la scimmia nuda che balla, diventata virale negli ultimi mesi in tutta Europa

Rolling Stones in concerto a Lucca, venduti 25mila biglietti in un’ora. TicketOne: “Uno dei maggiori risultati di sempre”

L'unica data italiana della rock band britannica è in programma il 23 settembre. Dalle 10.00 di oggi, inizio ufficiale per gli acquisti aperti al pubblico, sono stati comprati oltre 50mila tagliandi. I controlli effettuati sulle transazioni hanno consentito di individuare 35 ordini considerati sospetti

Andrea Scanzi intervista Roger Waters: “Se ci sarà posto per me nella storia? Non me ne frega niente. Trump? Un ‘nincompoop'”

Waters detesta le interviste. Da sempre. Il Fatto Quotidiano è l’unica testata italiana ammessa al suo cospetto, addirittura col permesso di riprendere venti minuti (dei circa trenta complessivi) con due telecamere: la trovate qui. Waters colleziona spigoli, dentro la sua testa c’è una galassia infinita di cicatrici che hanno generato la meraviglia immortale dei Pink Floyd. A venticinque anni dal precedente album di inediti, il creatore di The Wall torna con Is This The Life We Really Want?, in uscita il 2 giugno per Sony Music (in Italia il primo giugno)
×
Tre band per raccontare il meglio del rock’n’roll italiano underground /2
Premio Bindi 2017, la differenza tra canzone d’intrattenimento e musica d’autore

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×