FQ MAgazine

25 aprile, Adelmo e gli altri: in una mostra a Bologna le storie degli omosessuali al confino

Fino al 5 maggio al Cassero di Bologna il risultato del lavoro di ricerca di Cristoforo Magistro sui gay spediti in provincia di Matera: Adelmo, Elio, Giuseppe, Catullo. "Non solo erano perseguitati dal regime, ma non venivano accettati neanche dalle famiglie. Fino ad essere ridotti, in alcuni casi, a vivere come clochard"

25 aprile, Cadorna-Parri-Longo: in un libro la storia delle tre anime della Resistenza che rifecero l’Italia da capo

Il generale "Valenti, "Maurizio", "Italo": nel libro "25 aprile 1945" di Carlo Greppi le storie intrecciate di tre leader della lotta all'antifascismo diversi politicamente e culturalmente

25 aprile, il sergente americano che doveva bombardare la Torre di Pisa. Ma restò abbagliato da piazza dei Miracoli

La storia di Leon Weckstein che non ebbe il coraggio di dare l'ordine decisivo per radere al fuoco il monumento dove gli americani sospettavano che si nascondessero i nazisti. "Ma nel momento decisivo il sole era troppo forte, vidi la Torre tremolare come una gelatina". Così si salvò la piazza famosa in tutto il mondo

Il signor Ikea, una storia tra gnomi e librerie ricca di sognante casualità

Il racconto romanzato con brio dal giornalista Nanni Delbecchi, su quella che è stata un’impresa giornalistica unica e assoluta nel panorama di giornali e riviste italiane: l’intervista (casuale) al re (oggi defunto) dell’Ikea, ovvero mister Ingvar Kamprad, intervistato realmente una quindicina d’anni fa

Premio Strega 2018, i 12 finalisti sono giovani e outsider. Assenti Feltrinelli e La Nave di Teseo

Sei donne e altrettanti uomini si giocano il più importante riconoscimento della narrativa nazionale. E a parte Lia Levi (classe 1931) e un paio di nati negli anni ’50, c’è una selva non tanto oscura di romanzieri giovanissimi. La cinquina sarà presentata il 13 giugno

Sempre, incontro per caso tra uno scrittore e un prete: il cammino di Maurizio Maggiani e Luigi Verdi

Il libro edito da Chiarelettere scritto a quattro mani dal romanziere “senza Dio ma cristiano” e il prete che sembra uscito da una favola politica anni sessanta più che da una intima crisi vocazionale. E di parola in parola i due autori diventano grandi

Maurizio Maggiani: “Credo nella lotta armata senza bombe. I buoni e i cattivi? Li riconosco dagli occhi, come Dio”

L'autore, in libreria con "Sempre" (Chiarelettere), parla di viaggi, politica e fede. "La libertà di movimento oggi è una presa per il culo. Ti sembra di andare, ma in realtà attraversi corridoi militarizzati, tutelati e salvaguardati. L'unica cosa che fa paura? La bestialità umana". E ancora: "L'uomo sta distruggendo la natura? Non è così. Abbiamo la fissazione di essere potenti ogni oltre limite, ma poi..."

Resistenza, “Il sentiero del traditore”: il viaggio di Fabio Abati nell’Appennino Tosco Emiliano al tempo dei partigiani

"Mentre scrivevo il romanzo era sempre più evidente che nel Paese stesse succedendo qualcosa. Gli episodi di razzismo, le manganellate e gli scontri di piazza avvenuti prima delle elezioni testimoniano che certe riappacificazioni non sono mai avvenute", spiega l'autore. Oggi la presentazione al Punto touring di Corso Italia 10, a Milano, con l'autore e il fotografo Michele Sensi
×
Magellano, fra mare e terra anche la storia diventa umana
Vaticano, la Chiesa apre alla fotografia: mecenatismo o autocelebrazione?

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×