/ di

Sandra Rizza Sandra Rizza

Sandra Rizza

Giornalista giudiziaria

Sandra Rizza, sono giornalista giudiziaria e ho scritto alcuni saggi sul rapporto tra  mafia e politica. Gli ultimi: ”L’Agenda Rossa” (2007), ”Profondo nero” (2008), e ”L’Agenda nera della Seconda Repubblica” (2010), tutti pubblicati da Chiarelettere.

Sono cresciuta professionalmente al giornale ”L’Ora” di Palermo, negli anni Ottanta, durante la guerra di mafia che porto’ i corleonesi di Toto’ Riina al vertice di Cosa nostra. Dopo la

chiusura de ”L’Ora”, ho seguito le cronache dello stragismo per il settimanale ”Panorama” di cui sono stata corrispondente dalla Sicilia. Dal 2001 al 2008 ho fatto il redattore giudiziario all’Ansa di Palermo. Ho collaborato saltuariamente per ”il manifesto”, ”la Stampa”, ”Micromega”. Attualmente scrivo su ”il Fatto Quotidiano” da Palermo.

Articoli Premium di Sandra Rizza

Cronaca - 3 dicembre 2016

Stato-mafia, Mori replica alle accuse: né P2, né golpe

Nega di essere stato iscritto alla P2. Nega di aver avuto un ruolo nella strategia della tensione degli anni Settanta. Nega di essere stato coinvolto nelle attività eversive dell’organizzazione “Rosa dei Venti”. Mario Mori nega tutto: in un’appassionata autodifesa letta nell’aula del processo per la trattativa Stato-mafia per circa due ore, il generale si impegna […]
Politica - 26 novembre 2016

Trattativa, si infiamma l’aula bunker

Il processo per la Trattativa Stato-mafia si infiamma e il presidente Alfredo Montalto è costretto a sospendere l’udienza per due volte invitando “alla pacatezza”. Battibecchi, frecciate e nervosismo hanno caratterizzato la mattinata di ieri spingendo prima i difensori degli ex ufficiali del Ros Mario Mori e Giuseppe De Donno a lamentare la “violazione dei diritti […]
Cronaca - 23 novembre 2016

Delitto Agostino, chiesta l’archiviazione. Nuova inchiesta su mafia e Servizi

La Procura di Palermo chiede l’archiviazione dell’inchiesta sull’uccisione dell’agente Nino Agostino e della moglie Ida Castelluccio, assassinati il 5 agosto 1989. Non sono state acquisite, infatti, le prove sufficienti “a esercitare l’azione penale” nei confronti dei tre indagati: i mafiosi Nino Madonia e Gaetano Scotto e l’ex poliziotto Giovanni Aiello (detto Faccia di Mostro), indicato […]
Cronaca - 16 novembre 2016

Mori ostacolò la cattura di Provenzano ma solo perché “burocrate” e “attendista”

Non c’è la prova del dolo. La corte d’appello bacchetta “l’atteggiamento attendista” e “l’approccio burocratico” di Mario Mori e Mauro Obinu, definendole condotte idonee a “compromettere” il blitz che il 31 ottobre ’95 doveva arrestare Provenzano a Mezzojuso. Ma i giudici non si spingono oltre: quelle scelte investigative, scrivono, non provano affatto “la volontà degli […]
Cronaca - 11 novembre 2016

Trattativa, giudice smentito dai periti: “Il papello è vero”

Nella sentenza che ha assolto Calogero Mannino, il gup Marina Petruzzella aveva definito il papello un documento farlocco: “Frutto di una grossolana manipolazione”. Ieri, nell’aula bunker di Palermo, i tecnici della Scientifica hanno sostenuto il contrario, spiegando alla Corte d’assise che “sulla fotocopia consegnata da Massimo Ciancimino non è stata rilevata alcuna manomissione grafica o […]
Cronaca - 10 novembre 2016

Borsellino e la Trattativa, il pm frena: manca la prova

Non c’è la prova che Paolo Borsellino sia stato ucciso perché rappresentava un ostacolo alla trattativa tra Cosa Nostra e lo Stato”. Lo ha detto ieri il pm Stefano Luciani nella requisitoria del Borsellino quater, giunta alla seconda udienza. “Manca il riscontro fondamentale – ha aggiunto il pm – sull’esistenza di un movente esterno legato […]
Cronaca - 9 novembre 2016

Borsellino, requisitoria al via: “Depistaggio e abusi istituzionali”

“Quella che ricostruiremo in quest’aula è la storia di un depistaggio a più voci, orchestrato in un contesto nel quale non mancarono forzature e abusi da parte delle istituzioni”. Così il pm Gabriele Paci ha avviato la requisitoria nel processo Borsellino quater, che dopo tre anni e mezzo si avvia alla conclusione. Il pm ha […]
Italia - 5 novembre 2016

Il travestitismo possibile dei super boss

Racconta la pentita Giusy Vitale che Bernardo Provenzano, negli anni delle stragi, si presentò a una riunione della Cupola vestito da vescovo. Di Domenico Raccuglia, boss di Altofonte arrestato nel 2009, alcuni testimoni riferivano invece che amava nascondersi nei monasteri indossando il saio di un frate. Nella storia di Cosa Nostra i camuffamenti non sono certo […]
Cronaca - 30 ottobre 2016

I parenti dell’agente Agostino “Processate Faccia di mostro”

Gli approfondimenti ordinati nel giugno del 2015 dal giudice Maria Pino, che aveva rigettato la richiesta di archiviazione concedendo altri sei mesi di tempo per nuove verifiche, sono stati eseguiti. E ora i termini dell’indagine preliminare sull’uccisione dell’agente Nino Agostino e di sua moglie Ida Castelluccio, assassinati il 5 agosto 1989, sono scaduti. Ma la […]
Cronaca - 22 ottobre 2016

Il mistero del “Protocollo fantasma”. Dal Sisde di Mori alle minacce al pm

Negli anni in cui dirigeva il Sisde, per catalogare le informazioni delle fonti appena reclutate, Mario Mori ordinò di conservarle con una procedura che – con un gergo tipico dei servizi – chiamò “Protocollo Fantasma”: la stessa dicitura che compare nell’anonimo inviato a casa del pm Nino Di Matteo il 18 settembre 2012 e che […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×