/ di

Sergio Noto Sergio Noto

Sergio Noto

Professore di Storia economica presso l’Università di Verona

Mi occupo di economia nei fatti e nella teoria, quindi so che la realtà è molto, molto complessa. Scrivo meno che posso, perché temo che non serva a molto, ma all’istinto non si comanda… In realtà sono sopratutto un grande esperto di musica rock, che fa molto più che da sottofondo alla mia vita (con 4 figlie, una moglie e un cane buonissimo….). Abito e lavoro a Verona che è una città bellissima, un po’ periferica però. Ho fatto l’ufficiale degli alpini («la zappa che si trasforma in fucile», come ho scritto sul “Corriere Veneto” per il quale sono editorialista). Tutte cose che non servono, anzi che sono d’impaccio. Ma sono fermamente convinto che «we shall overcome», non si sa quando, ma ce la faremo. Per questo e solo per questo scrivo. 

Blog di Sergio Noto

Economia & Lobby - 28 Marzo 2015

Imprenditori italiani che vendono ai cinesi e Coase e Schumpeter

Metti caso che qualcuno voglia fare un confronto. I confronti, si sa, sono sempre odiosi, sarebbe meglio evitarli, anche per non stare male. Però, metti caso che qualche modesto orecchiante di teorie imprenditoriali voglia provare a fare un paragone e accostare quello che fanno i grandi capitani d’impresa italiani con le poche cose di teoria […]
Zonaeuro - 6 Marzo 2015

Quantitative easing: ultima chiamata per l’Euro o altro favore ai ricchi?

Evidentemente siamo rimasti in pochi a credere che studiare il passato, le opere degli scienziati dei secoli precedenti serva a qualcosa. Se fossimo onesti e conseguenti, dovremmo abolire la giornata della memoria. Tanto ricordiamo solo quello che ci va, siamo come Alonso che è sceso dalla sua McLaren credendo di essere un giovane pilota di […]
Economia & Lobby - 24 Febbraio 2015

Derivati: il governo Renzi alla guerra come l’esercito di Franceschiello perde 37 miliardi

Le storie sui contratti derivati sono sempre troppo complicate per le persone normali, a volte perfino per gli addetti ai lavori. Generalmente sono – sinteticamente – delle fregature con nomi inglesi – bullet ad esempio, che vuol dire proiettile…contratti in cui il grado di informazione tra le parti è asimmetrico. Solo chi ha ingegnerizzato il contratto […]
Cultura - 20 Febbraio 2015

Mondadori-Rcs Libri, le colpe del capitalismo e quelle degli intellettuali

Ognuno ha le sue storie di libri da raccontare, anch’io ho le mie. Nel 1978 scelsi di farmi regalare la collezione Ricciardi della Letteratura Italiana, rinunciando a una fiammante motocicletta. Riccardo Ricciardi era un prestigioso editore napoletano di alta cultura, acquisito e sostenuto fin dal 1938 dalla filantropia del banchiere Raffaele Mattioli e i Classici […]
Economia & Lobby - 11 Febbraio 2015

Fca, Marchionne dà a Renzi la patente di statista. Perché?

Lo dico sul serio. Ho grande stima di Sergio Marchionne (e chi se ne importa?). Su molte cose certamente non siamo d’accordo, ma, grazie a Dio, facciamo due diversi mestieri, lui fa l’ad di Fiat-Chrysler e noi cerchiamo di fare al meglio il nostro «lavoro»; lui ha letteralmente salvato la Fiat e la famiglia Agnelli, […]
Società - 1 Febbraio 2015

Mattarella Presidente ovvero l’impossibilità dei sogni

Date le premesse, poteva andarci peggio, molto peggio. Per come si era comportato il Presidente del Consiglio, data la compagnia di giro di amici e finti tali dei quali si circonda, visto l’ultimo occupante del Palazzo del Quirinale, poteva finire molto male e per un po’ abbiamo temuto, quando i nomi che circolavano erano quelli […]
Economia & Lobby - 22 Gennaio 2015

Banche popolari: Il governo e il pessimo paretiano del decreto

Con tutto quello che ci sarebbe da fare in Italia – anche limitandoci al solo ambito bancario –  il governo con un provvedimento urgente sotto forma di decreto ha deciso di spezzare le reni alle banche popolari, su consiglio patente di Francoforte e dei suoi advisors e  per la gioia di qualche fondo speculativo internazionale. […]
Società - 13 Gennaio 2015

Charlie Hebdo, che cosa abbiamo fatto noi per evitare di diffondere la violenza?

Guardando le immagini della sfilata parigina – dicono – di oltre due milioni di persone, chissà perché, mi è venuto in mente un corollario del notissimo teorema di Coase, che più o meno recita così: «un gruppo ristretto, ma coeso, in termini di conseguimento dei propri obiettivi, è sempre più efficiente di un gruppo più […]
Società - 5 Gennaio 2015

Ricchezza e morte delle professioni: a proposito della famiglia borghese

Pochi si rendono conto di quanto il declino delle professioni abbia contribuito al declino economico del nostro Paese. Ancora meno sono quelli che hanno consapevolezza delle ragioni più profonde di questo vero e proprio crollo della professionalità, in una società che si riempie spesso la bocca con questa parola, ma ne ignora il significato reale. […]
Lavoro & Precari - 25 Novembre 2014

Diritto al lavoro, una società non violenta non può non garantirlo

Una piccola notizia nelle brevi in cronaca locale: «Non pagavano l’Inps, ambulanti non possono più vendere al mercato». Ovviamente, ognuno potrà dire quello che vuole, ma ad alcuni queste cose, apparentemente piccole, apparentemente contraddittorie, fanno arrabbiare più di qualsiasi altro scandalo, più di qualsiasi altro gravissimo torto. Perché fanno il paio con la prescrizione all’Eternit. […]
Web tax si trasforma e arriva la web Iva
Pirelli e Fiat, come finisce un grande Paese

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×