/ di

Roberto Colella Roberto Colella

Roberto Colella

Giornalista, esperto in Geopolitica e Scienze della Difesa e della Sicurezza

Sono un giornalista di 33 anni animato da stimoli forti che mi spingono a seguire come giornalista le truppe in zone di guerra. Amo raccontare l’inenarrabile trascorrendo del tempo insieme ai personaggi delle mie storie. Il vero reporter credo sia una persona umile che deve farsi accettare tra la gente. Scrivo e prendo sempre appunti per articoli o future pubblicazioni. Ho un Master in Geopolitica e uno in Criminologia ed Intelligence nel contrasto al terrorismo. Ho seguito gli eventi legati alla guerra e al post conflict in Burundi, Ruanda, Kosovo, Palestina, Libano, etc. collaborando con diverse testate tra cui alcune settoriali come Informazioni della Difesa, Rivista Militare, Limes (Gruppo l’Espresso)

Blog di Roberto Colella

Mondo - 20 giugno 2014

Iraqi Park e il Nuovo Medio Oriente

Iraq-640 Nel 2006 l’allora segretario di Stato americano Condoleeza Rice parlava di Nuovo Medio Oriente che si sarebbe potuto generare da un caos costruttivo. Tre anni prima tutto ciò venne anticipato dai bombardamenti sull’Iraq ora di nuovo al centro dell’attenzione soprattutto per gli occidentali. Si parlò di guerra preventiva, il massimo dell’asimmetria, cioè fare guerra in un […]
Mondo - 12 giugno 2014

Tra Palestina e Israele vince Bergoglio

Un abbraccio scomodo, un  pontefice che punta al dialogo e  la questione araba-israeliana che fa audience. L’incontro in Vaticano voluto da Papa Francesco con i presidenti israeliano Shimon Peres e  palestinese Abu Mazen non è passato inosservato soprattutto a livello mediatico. “La vostra presenza signori presidenti – ha dichiarato il pontefice – è un grande […]
Mondiali Brasile 2014 - 4 giugno 2014

Mondiali Brasile 2014: tra calcio, esercito e nuove speranze

L’unico posto al mondo dove un bambino spesso si sente felice è in uno stadio di calcio, soprattutto se nato e cresciuto nelle favelas di Rio. Era il 1895 quando si sfidarono in una prima partita di calcio funzionari inglesi della compagnia del gas e connazionali della São Paulo Railway. Il calcio era inizialmente praticato solo […]
Economia & Lobby - 24 maggio 2014

Libia e Italia: tra armi, risorse e passioni calcistiche

Nel 1911 venne definita uno scatolone di sabbia. In realtà la Libia non era proprio questo. Per vendicare l’onta di Adua del 1896, l’Italia si schierò contro l’impero ottomano per la conquista di Cirenaica e Tripolitania. Di sicuro non fu l’unico motivo. A distanza di cent’anni dai bombardamenti italiani in Libia, “lo scatolone di sabbia” […]
Mondo - 15 maggio 2014

Chi possiede la Luna? Guerre stellari tra aziende private e superpotenze

L’esplorazione cinese non si arresta e punta alla spazio più profondo. Visto l’affollamento che si sta verificando è lecito chiedersi come siamo messi con l’occupazione dello spazio. Se è vero che tutto è di tutti e nessuno Stato può appropriarsi della Luna o di Marte in base al trattato extra-atmosferico del 1967, perché è in […]
Scienza - 7 maggio 2014

Disagio psicologico e follia da guerra: mi chiamo Forrest Gump

Stupido è chi lo stupido fa, recitava Tom Hanks nei panni di uno atipico soldato americano. Combattente in Vietnam sarebbe rientrato negli Usa ottenendo una medaglia dal Congresso. Forrest Gump rappresenta la favola inversa di un uomo dal quoziente intellettivo ridotto che va in guerra dimostrando ottime doti distinguendosi sugli altri. Ma l’esperienza reale e […]
Mondo - 26 aprile 2014

Musica e guerra: cosa ascoltano i soldati in cuffia

Per George Washington la musica era vitale per il morale delle truppe. Durante la guerra rivoluzionaria 1775-1783 la batteria e il piffero servivano ad allietare i soldati dopo il combattimento. Nelle cronache storiche del 14° Reggimento Connecticut Volunteer Infantry c’è scritto che quando venivano suonate The Star-Spangled Banner, The Red, White and Blue e Yankee Doodle i […]
Mondo - 18 aprile 2014

Afghanistan, un incerto futuro tra crisi e povertà

Tutto il mondo è Paese. Se poi si va alle urne in paesi dove la democrazia né la si può esportare né la si può imporre la situazione si complica. In Afghanistan il capo dell’ufficio reclami della Commissione elettorale Abdul Sattar Saadat ha riscontrato brogli e irregolarità nelle elezioni presidenziali svoltesi recentemente: “Posso dire con […]
Mondo - 10 aprile 2014

Da Giulio Cesare al Ruanda, storie di genocidi

A scuola molti studenti liceali si cimentano nella lettura del De Bello Gallico, opera di Giulio Cesare che racconta della strage dei Galli. E’ pur vero che la storia la raccontano i vincitori visto che non abbiamo una versione di Vercingetorige sui fatti e in particolar modo sulla battaglia di Alesia del 52 a.C. che […]
Mondo - 4 aprile 2014

In Crimea vince la strategia di potenza

William Russell è considerato il primo vero reporter di guerra. Inviato del Times, fu mandato proprio in Crimea per seguire le sorti dell’esercito britannico. Russell partì nella primavera del 1854 da Malta e nel novembre dello stesso anno, il direttore del Times, John Delane, pubblicava la sua memorabile cronaca della disfatta dei 600, la brigata […]
Ucraina, Poroshenko annuncia piano di pace in 14 punti: “Cessare il fuoco”
Marijuana a domicilio in Usa, a Seattle si potrà ordinare con un’app

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×