/ di

Roberto Colella Roberto Colella

Roberto Colella

Giornalista, esperto in Geopolitica e Scienze della Difesa e della Sicurezza

Sono un giornalista di 33 anni animato da stimoli forti che mi spingono a seguire come giornalista le truppe in zone di guerra. Amo raccontare l’inenarrabile trascorrendo del tempo insieme ai personaggi delle mie storie. Il vero reporter credo sia una persona umile che deve farsi accettare tra la gente. Scrivo e prendo sempre appunti per articoli o future pubblicazioni. Ho un Master in Geopolitica e uno in Criminologia ed Intelligence nel contrasto al terrorismo. Ho seguito gli eventi legati alla guerra e al post conflict in Burundi, Ruanda, Kosovo, Palestina, Libano, etc. collaborando con diverse testate tra cui alcune settoriali come Informazioni della Difesa, Rivista Militare, Limes (Gruppo l’Espresso)

Blog di Roberto Colella

Mondo - 15 gennaio 2015

Parigi, come si finanzia un terrorista

I responsabili della strage di Charlie Hebdo sono riusciti ad acquistare armi attraverso donazioni in denaro, lo stesso denaro che poi è servito per compiere l’atto terroristico. Secondo le ipotesi di diversi giornali, il mitragliatore Scorpio di Amedy Coulibaly proveniva da Bruxelles. L’uomo avrebbe acquistato anche i kalashnikov usati dai fratelli Kouachi alla stazione di Bruxelles […]
Mondo - 2 gennaio 2015

L’Islam in Cina tra business e minaccia

Gli Hui si considerano i discendenti dei mercanti, soldati e scienziati arabi e persiani stabilitisi in Cina nel X secolo e, in numero anche maggiore, nel XIII, sulla scia delle truppe mongole di Gengis Khan. Si tratta di una popolazione particolarmente turbolenta che ha dimostrato durante tutto l’arco della sua storia una tendenza a mobilitarsi […]
Mondo - 16 dicembre 2014

Afghanistan, i militari italiani lasciano il Paese senza conoscerne il destino

In circostanze gravi e complicate come la guerra in Afghanistan noi italiani avremmo dovuto davvero esprimere una politica veramente nazionale. Mettersi intorno al nostro bel tricolore, facendo nostro quel motto “right or wrong, my country” che è sempre stato la grandezza degli anglosassoni. Purtroppo l’Italia non ha una tradizione di politica estera e il caso […]
Mondo - 3 dicembre 2014

Isis: troppe le armi Usa perse in guerra

Il giornalista Robert Bridge, autore del testo Midnight in the American Empire, qualche tempo fa si interrogava sulla perdita di 420 milioni di dollari di equipaggiamenti nell’anno 2013 da parte dei soldati americani in Afghanistan. Si parla di 156.000 pezzi. Un probabile colpevole nel grande furto di armi pare risulti proprio Isis. In diverse immagini […]
Mondo - 22 novembre 2014

Terrorismo e riscatti: ha davvero senso pagare?

I sessant’anni del padre gesuita Dall’Oglio tenuto prigioniero in Siria ci fanno riflettere sui numerosi ostaggi e se è giusto pagare oppure no un riscatto. Certo la situazione per coloro che sono prigionieri in Siria è ancora più complessa, perché non sono chiare le motivazioni per cui i miliziani dell’Isis trattengono gli ostaggi. Stanno chiedendo soldi […]
Mondo - 13 novembre 2014

Iraq e non solo: se la Santa Sede influenza la politica estera

Si tratta di due differenti e distinti poteri. Da un lato l’Italia una media potenza e dall’altro la Chiesa cattolica, che tuttavia può essere considerata come una grande potenza per i riflessi anche politici del suo magistero, per le relazioni che la Curia intrattiene con tutto il mondo, per l’influenza che la Santa Sede esercita […]
Mondo - 3 novembre 2014

Libia: il rischio di un’esplosione

Ancora una volta l’Italia rischia di non avere un ruolo guida nel Mediterraneo ma accodarsi a politiche di intervento di altri Paesi a cominciare dalla Francia. Proprio il Paese transalpino si sta dimostrando negli ultimi tempi attento al caos libico e alle ripercussioni negative in tutto il mar Mediterraneo. Certo gli interessi francesi nella cosiddetta […]
Mondo - 23 ottobre 2014

Isis: il Medio Oriente e le ‘guerre per delega’

Armare i curdi ha rappresentato il rafforzamento di un esercito pro occidentale, una sorta di armata a cui hanno aderito Francia, Germania, Regno Unito, Repubblica Ceca, Usa, e anche l’Italia. La Germania ha fornito aiuti militari ai curdi per un valore complessivo totale di 70 milioni di euro, il Regno Unito attraverso una nota scritta […]
Mondo - 15 ottobre 2014

Serbia-Albania: divisi nello sport, uniti nella malavita

“Il Kosovo è il cuore della Serbia”. Così recitava uno striscione del Marassi durante la partita Italia-Serbia sospesa per incidenti il 12 ottobre 2010 a Genova e che costò la condanna a “Ivan il Terribile”. Allo stadio gli hooligans serbi richiamarono la battaglia del 1389 Campo dei merli o Kosovo Polje che nell’immaginario serbo è divenuta il […]
Mondo - 3 ottobre 2014

L’Iraq, il petrolio e il movente dell’Isis

Mosul e Kirkûk. E’ qui che si gioca il futuro dell’Iraq. Mosul antica capitale assira e centro di fecondi scambi commerciali e culturali  sul Tigri, ha anche una ricca storia petrolifera. Nel 1936, durante il regime mussoliniano, l’italiana Agip Petroli divenne socio della Mosul Oil Fields Company, concessionaria delle estrazioni a Mosul mentre nello stesso […]
Belgio, 2 morti in blitz antiterrorismo: “Preparavano attentati a Bruxelles”
Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, chi sono le due cooperanti rapite in Siria

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×