/ di

Pierfranco Pellizzetti Pierfranco Pellizzetti

Pierfranco Pellizzetti

Saggista

Sono nato nel lontano 1947 in quel di Genova; dove ho fatto ritorno dopo un lungo peregrinare; alla ricerca di radici che, con il passare degli anni, sono diventate sempre più importanti. Scoprendomi d’un tratto d’accordo con Simone Weil: «il problema delle radici è che non te le puoi portare appresso». Borghese senza classe di appartenenza, liberale senza partito di riferimento, disperdo da sempre carte variegate su riviste e fogli della clandestinità. Ogni tanto le raccolgo in libretti che qualche amico legge e – magari – riesce pure a trovare di un qualche interesse (“Politica e Organizzazione”, “La politica dopo la politica”, “Italia disorganizzata”, “La Quarta via”, “Fenomenologia di Berlusconi”, “Liberista sarà lei!”, “Fenomenologia di Antonio Di Piero”, “Fenomenologia di M. Monti” e, buon ultimo, “Conflitto”). Da qualche tempo sono uscito dal cono d’ombra scrivendo su testate “ufficiali”: Il Fatto Quotidiano, MicroMega, Critica Liberale… Ho vagabondato tra consulenza e insegnamento (fino al 2012 insegnavo Politiche Globali nella Facoltà di Scienza della Formazione di Genova), sempre cercando di “vendere” le tecnologie relazionali e strategiche apprese dalla politica. Prima nella sinistra del PLI malagodiano, poi nel PRI e – in seguito ancora – nelle rappresentanze di categoria (ho fatto pure il piccolo imprenditore). Esperienze che presto mi hanno fatto maturare un giudizio critico, ormai moneta corrente: la politica quale l’abbiamo conosciuta è in profonda crisi. Eppure, senza di essa, siamo tutti spaventosamente disarmati. Da qui l’impegno nel dare un modesto contributo alla sua rifondazione.

Blog di Pierfranco Pellizzetti

Giustizia & Impunità - 29 ottobre 2016

Grandi opere: ‘infrastrutture-gate’, corruttori e burocrazie infedeli

L’arresto di Giampiero De Michelis, detto “il Mostro”, e di Domenico Gallo, vulgo “il Diavolo”, rispettivamente il direttore dei lavori e il costruttore in odore di ‘ndrangheta finiti (con un bel po’ di degni compari) nel mirino della magistratura impegnata nell’indagine “infrastrutture-gate”, fa emergere l’ennesimo sistema criminoso cresciuto attorno agli appalti. Nel caso, le commesse […]
Referendum Costituzionale - 22 ottobre 2016

Referendum, check-up sullo stato dell’arte del ‘NO’

Posto questo testo per quanti – come me – propugnano un fermo No al referendum di dicembre; invitando i bravacci del fronte opposto, abituali frequentatori contestativi del blog a me intestato, a non impicciarsi in faccende su cui non hanno titolo per mettere il becco. Ossia il check-up dello stato dell’arte in materia di efficacia, […]
Referendum Costituzionale - 19 ottobre 2016

Cronache del referendum, attenzione a quelli del ‘meglio Renzi che niente’

Le immagini giunte da Oltreoceano, relative alla gita aziendale della ditta Renzi in quel di Washington, suscitano qualche turbamento al modesto palombaro in esplorazione delle viscere di questa strana Italia, a una quarantina di giorni dalla show-down referendario. E alquanto fastidio: non solo per l’ennesima, scontata, intromissione dei reggitori dell’ordine mondiale nella nostra scassatissima sovranità […]
Cultura - 15 ottobre 2016

Bob Dylan, un Nobel all’industria discografica anglo-americana?

Il buffo dibattito sul Nobel a Bob Dylan – a mio modo di vedere – sembra lo scontro tra finti spregiudicati e veri parrucconi, tra chi persegue l’épater le bourgeois come affermazione giovanilistica e chi presidia la nostalgia di gerarchie fasulle. Visto che non ero giovanilista neppure da giovane e – al tempo stesso – […]
Referendum Costituzionale - 13 ottobre 2016

Referendum costituzionale, benvenuti nella post-democrazia del Sì

Gustavo Zagrebelsky continua a manifestare un’inaspettata timidezza che produce frutti acerbi. Un troppo tremulo e ben poco determinato avvocato delle tesi di cui si era assunto l’onere della difesa. Dopo la mediocre figura argomentativa con il bullesco Renzi, ora insiste con la flebile argomentazione contro la sciocchezza, propugnata protervamente da Eugenio Scalfari nella sua domenicale […]
Referendum Costituzionale - 10 ottobre 2016

Cronache del referendum, l’illusionismo renziano inizia a mostrare la corda

Con i giorni che passano e le occasioni di confronto che si moltiplicano, la strategia di recupero del SI’ referendario, sul fronte non propriamente entusiasta dei consensi, rivela tutta la sua artificiosità; il suo essere scopertamente un marchingegno meccanico costruito a tavolino secondo le direttive del manuale del perfetto comunicatore illusionista. Può pure darsi che […]
Referendum Costituzionale - 6 ottobre 2016

Referendum costituzionale, la mappa delle trappole del Sì

Niente è mai come sembra. L’infame regola dell’illusionismo politico nella sua stagione iper-mediatica subisce un’accelerazione parossistica quando s’incarna nello schieramento del “Sì” al prossimo referendum; compresi i sostenitori mascherati da supra partes. L’ultimo esempio in ordine di tempo ce lo ha fornito l’altra sera dalla Gruber l’ex sindaco milanese Giuliano Pisapia; il quale continuava ad ammantarsi […]
Referendum Costituzionale - 1 ottobre 2016

Renzi vs. Zagrebelsky, la clava imbonitoria contro l’argomentare indifeso

Il vecchio adagio secondo cui “cattiva moneta scaccia la buona” potrebbe fungere da epigrafe del confronto televisivo tra Renzi e Zagrebelsky, mentre ormai a notte inoltrata andavano configurandosi spiacevoli sensazioni: la brutale spregiudicatezza rischia davvero di farcela, se il bon ton finisce per farsi confinare nella flebilità. Lo pensavo affranto, constatando per l’ennesima volta l’improntitudine […]
Politica - 24 settembre 2016

M5s: Virginia, Dibba, Luigino, Beppe ecc. hanno sempre ragione? Ebbene no!

Come ho più volte dichiarato, nutro sincero interesse alla crescita politica dei Cinquestelle e provo personale amicizia per alcuni ragazzi e ragazze che nel Movimento militano; mantenendo un entusiasmo e un impegno che le impietose repliche della quotidianità ancora non mi sembra abbiano prosciugato. D’altro canto, all’alba dei settant’anni ho tracannato tanta di quella politica da […]
Politica - 22 settembre 2016

Olimpiadi Roma 2024, la Raggi con lo scalpo del Malagò (come diversivo)

Premesso che nutrivo simpatia e una qualche fiducia verso Virginia Raggi, prima che evidenziasse un Dna politico assai meno movimentista indignato che non da praticante legale in studi al servizio del rampantismo destrorso/qualunquista. Aggiungo che non nutro simpatia alcuna per Giovanni Malagò (un tempo “Melagodo”), che considero tipica espressione del generone “dolcevitaro” capitolino. Concludo precisando […]
Dell’Utri, l’ex senatore dà il primo esame da detenuto: 30/30 in Storia Medievale
Fabrizio Corona resta a San Vittore: respinta la richiesta di scarcerazione

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×