/ di

Marco Travaglio Marco Travaglio

Marco Travaglio

Direttore de Il Fatto Quotidiano e scrittore

Marco Travaglio ha lavorato con Indro Montanelli, prima a «il Giornale» e poi a «La Voce». Ha collaborato con diverse testate, fra cui «Sette», «Cuore», «Il Messaggero», «Il Giorno», «L’Indipendente», «Il Borghese», «la Repubblica» e «l’Unità». Oggi, oltre a collaborare con «l’Espresso», «MicroMega», «A» e con Servizio pubblico di Michele Santoro, è direttore de «il Fatto Quotidiano», che ha contribuito a fondare nel 2009.

Dopo il successo di Promemoria, Anestesia totale, E’ Stato la mafia, Slurp – Lecchini, Cortigiani & Penne alla Bava, è in scena nei teatri italiani con Perché No, insieme a Giorgia Salari.

È autore di molti libri di successo, tra i quali: L’odore dei soldi (con Elio Veltri, Editori Riuniti 2001), Regime (con Peter Gomez, Rizzoli-Bur 2004), Per chi suona la banana (Garzanti 2008), Colti sul fatto (Garzanti 2010). Per Chiarelettere ha pubblicato: “Mani sporche” (con Pter Gomez e Gianni Barbacetto, 2007), “Se li conosci li eviti” (con Peter Gomez, 2008), “Il bavaglio” (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2008), “Italia Annozero“, (con Vauro e Beatrice Borromeo, 2009), “Papi. Uno scandalo politico“, (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2009), “Ad personam” (2010), Silenzio, si ruba (dvd+libro, 2011), “Mani pulite. La vera storia vent’anni dopo” (con Gianni Barbacetto e Peter Gomez, 2012), “BerlusMonti(Garzanti, 2012), “L’illusionista. Ascesa e caduta di Umberto Bossi” (con Pino Corrias e Renato Pezzini, Milano, Chiarelettere, 2012), “Viva il Re!(Chiarelettere, 2013), “È Stato la mafia (Chiarelettere, 2014), “Slurp. Dizionario delle lingue italiane” (Chiarelettere, 2015), “Perché NO” (Paper FIRST, 2016),

Articoli Premium di Marco Travaglio

Politica - 5 novembre 2017

Un Fatto al giorno leva le bugie di torno

Cari lettori e amici del Fatto, questa copertina magari vi sorprenderà, ma serve a comunicarvi qualche fatto nuovo sul nostro giornale e il nostro gruppo editoriale. Abbiamo appena compiuto otto anni di vita e ci apprestiamo a chiudere il nono bilancio positivo. Il merito è soprattutto vostro, di voi che ci acquistate in edicola e vi […]
Editoriale - 5 novembre 2017

L’Appendicite

“La Fiat è governativa per definizione”, ripeteva il senatore Giovanni Agnelli, fondatore della Fiat. Infatti partì giolittiano, poi si convertì al fascismo e nel 1926 comprò La Stampa dal liberale antifascista Alfredo Frassati per metterla in camicia nera e portarla in dote al Duce, salvo poi tornare antifascista dopo la Liberazione. E La Stampa dietro. […]
Commenti - 4 novembre 2017

Preavviso di garanzia

Ieri La Stampa ha scoperto dopo mesi di letargo un’improvvisa passione per la cronaca giudiziaria. E non per una sentenza o una nuova indagine, ma per una presunta svolta nelle indagini sulla tragedia di piazza San Carlo, dove morì una persona e centinaia rimasero ferite per il falso allarme-attentato che scatenò il fuggifuggi di migliaia […]
Editoriale - 3 novembre 2017

Sicilia, Italia

Diciamocelo chiaro e tondo: nei quattro mesi che ci separano dalle elezioni capiremo chi siamo noi italiani, cosa vogliamo diventare e quali speranze abbiamo per il futuro. Se, pur con tutti i nostri difetti, abbiamo qualche possibilità di salvarci (come ci era sembrato un anno fa dopo la strepitosa vittoria dei No al referendum costituzionale) […]
Editoriale - 2 novembre 2017

L’ora illegale

Oggi, per cominciare, ci prendiamo in giro da soli, perché ce lo siamo proprio meritato. L’altroieri decidiamo di intervistare sulle elezioni siciliane Calogero Mannino, già ministro e ras della Dc, uscito assolto da molte grane giudiziarie e buon conoscitore di un bel po’ di candidati che si sfidano domenica alle urne. Il nostro cronista, che […]
Editoriale - 1 novembre 2017

Un Cln contro B.

“Ah, ragazzi, scusate, dimenticavamo una cosetta: ci sarebbero poi Berlusconi e Dell’Utri indagati come mandanti delle stragi mafiose del 1993, ma non vi preoccupate, non è niente. Parliamo invece delle cose serie: il braccio destro della sindaca Appendino che fa levare una multa da 95 euro a un amico e dei delirii twittati contro Rosato […]
Editoriale - 31 ottobre 2017

Il bue dice cornuto al Grillo

Sabato era una di quelle giornate che noi cronisti vorremmo vivere sempre: così piena di notizie da non sapere dove metterle. Tutti scandali del potere che, nei paesi normali, finiscono in prima pagina e ci rimangono finché i protagonisti non vengono cacciati, o si dimettono, o almeno danno spiegazioni plausibili. Siccome, a dispetto dell’evidenza, ci […]
Editoriale - 30 ottobre 2017

Ma mi faccia il piacere

Dizionario padano. “Ma scusate, secondo voi io vado a Taranto con Lega Nord? Siamo concreti e per le prossime elezioni toglieremo il ‘Nord’ dal nome della Lega. Mica mi attacco all’avverbio” (Matteo Salvini, segretario Lega Nord, Piazzapulita, La7, 26.10). Ecco, bravo: attaccati al tram, che fra l’altro è sostantivo. Tremori. “Il caso Appendino fa tremare […]
Editoriale - 29 ottobre 2017

Commedie all’italiana

Un bell’applauso a Chiara Appendino che ha licenziato in tronco quel pirla del suo capogabinetto Paolo Giordana, beccato a chiamare l’Ad del Gruppo torinese trasporti perché levasse una multa da 90 euro a un amico. E un bel pernacchio a Gentiloni e Renzi che continuano a difendere la sottosegretaria Boschi, beccata a trafficare sulla mozione […]
Editoriale - 28 ottobre 2017

Frecciarenzi

Da quando, alla stazione romana Tiburtina, è salito sul “Treno dell’Ascolto” alla volta delle 107 province italiane che voleva abolire, Matteo Renzi ha ascoltato più fischi, pernacchie, maledizioni e insulti (il più gettonato, fino alla monotonia, è “buffone”) dei già molti che meritava. Forse anche a causa dell’itinerario, non proprio felicissimo: ma benedetto ragazzo, sai […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×