/ di

Mattia Eccheli

Articoli Premium di Mattia Eccheli

Economia - 8 luglio 2017

Dieselgate, la Germania arresta solo un italiano

Lo scandalo, il dieselgate, è planetario, il costruttore è tedesco, ma il primo arresto avvenuto in Germania e legato al caso riguarda un cittadino italiano, da giovedì ricercato anche negli Stati Uniti. La pista seguita dai segugi dell’inchiesta per il software che truccava i dati delle emissioni di Volkswagen porta nel Belpaese, a Giovanni Pamio, […]
Il Fatto Economico - 5 luglio 2017

Sfida all’ultima rotta, caos nel cielo sopra Berlino

Etihad, la compagnia degli sceicchi che non è riuscita a fare ridecollare Alitalia, fa fatica a far volare anche Air Berlin, la seconda compagnia aerea tedesca della quale controlla quasi il 30% del capitale dal 2011. Fra gennaio e maggio la società ha contabilizzato oltre 2.800 “problematici” (gravi ritardi o cancellazioni) e malgrado le pagine […]
Politica - 5 luglio 2017

L’Austria verde e socialdemocratica sigilla il Brennero con quattro panzer e 750 soldati

L’onda lunga degli sbarchi dei profughi arriva fino alle Alpi. L’Austria ha spostato quattro panzer al Brennero e ha predisposto un piano per lo schieramento di 750 militari al confine: “I preparativi per i controlli alla frontiera con l’Italia non sono solo giusti, ma necessari”, ha tagliato corto il 30enne ministro degli Esteri Sebastian Kurz, […]
Mondo - 2 luglio 2017

Helmut Kohl, la cerimonia solenne targata Ue che non è piaciuta ai figli

Helmut Kohl, cancelliere dal 4 ottobre 1982 al 26 ottobre 1998, ha riunificato la Germania. E, ieri, ha messo d’accordo il Vecchio Continente a Strasburgo, dove l’Europarlamento ha reso omaggio al terzo cittadino onorario d’Europa. Il suo ultimo viaggio è cominciato in Francia ed è finito in Germania, a Speyer, nel duomo che lo stesso […]
Mondo - 1 luglio 2017

L’ok ai matrimoni gay e le acrobazie politiche di Angela

La nuova acrobazia politica di Angela Merkel è il via libera del Bundestag al matrimonio fra omosessuali con una maggioranza “irregolare” composta dalle opposizioni (Linke e Verdi), dalla Spd e da una parte dell’Unione. Con una mossa a sorpresa, la cancelliera aveva lasciato libertà di espressione ai suoi, votando poi personalmente contro. Eppure ha “vinto”. […]
Politica - 1 luglio 2017

Germania verso il voto e la Merkel sigilla i confini

Berlino La Germania di Angela Merkel, alla vigilia del voto politico di settembre, ha di nuovo blindato le proprie frontiere e inasprito le norme per la concessione dell’asilo e la Baviera ha addirittura intensificato i controlli alle frontiere meridionali e orientali. Gli effetti del “giro di vite” sono stati immediati: nel 2016 sono stati registrati […]
Economia - 11 giugno 2017

Banche e finanziarie, evasione da record a Berlino: 31 miliardi

Hanno nomi e cognomi e colletti bianchi, sono i “rapinatori” che grazie a operazioni “cum-cum” e “cum-ex” hanno alleggerito le casse dell’erario tedesco per quasi 32 miliardi di euro dal 2001 in poi. I cervelli dell’operazione avrebbero agito da Londra, ma i contribuenti frodati sono quelli della Germania. Secondo un’analisi di Cristoph Spengel, docente all’Università […]
Mondo - 30 maggio 2017

La Balilla Rossa non perde mai e non ama le pari opportunità

Ci sono due cose che Angela Dorothea Kasner non perde: la calma e le elezioni. Nata nella Germania dell’ovest, ad Amburgo, la cancelliera è cresciuta in quella dell’Est dove il padre, pastore evangelico, si è trasferito con la famiglia subito dopo la nascita della primogenita. È lì che ha imparato la virtù della pazienza, oltre […]
Economia - 19 maggio 2017

Gli Usa accelerano: Fiat rischia maxi-multa

Forse già oggi Fiat Chrysler Automobiles dovrà fare i conti con il procedimento che il Dipartimento federale di Giustizia Usa intende avviare nei confronti del Gruppo per le presunte violazioni sulle emissioni di 104.000 veicoli a gasolio commercializzati Oltreoceano. In gennaio, quando l’Epa, l’agenzia per la protezione ambientale americana, aveva accusato Fca di aver violato […]
Mondo - 18 maggio 2017

Germania, Amri poteva essere fermato, saltano teste alla polizia criminale

Almeno in senso figurato, anche da morto Anis Amri, l’attentatore tunisino che ha ucciso 12 persone (67 feriti) a Berlino investendole con un camion dentro un mercatino di Natale, continua a fare vittime. Questa volta tra le fila del Landes Kriminal Amt (LKA) di Berlino, cioè la polizia anticrimine che avrebbe potuto arrestarlo. L’accusa è […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×