/ di

Leonardo Coen Leonardo Coen

Leonardo Coen

Giornalista e scrittore

Leonardo Coen, milanese e milanista (non berlusconiano), è tra i fondatori di Repubblica, dopo avere avuto esperienze significative all’Avvenire e al Giorno e avere partecipato alla fondazione del Quotidiano dei Lavoratori. A Repubblica ha alternato l’attività di giornalista politico, cronista, inviato di guerra, giornalista sportivo (ha raccontato quindici Olimpiadi, diciassette Giri d’Italia, alcuni Tour de France, etc.).

Dopo esperienze a Gerusalemme, New York e Londra, è stato corrispondente a Mosca. Ha pubblicato “La morte del maestro: i misteri di casa Guttuso” (1987) e “Il caso Marcinkus” (1991) scritti con Leo Sisti; “Piedi Puliti” (1998) insieme a Peter Gomez e Leo Sisti; “Rossoneri comunque” (2003) e “Putingrad”(2008).

Per Dalai editore ha pubblicato “L’ultima fuga” con Renato Vallanzasca e “Sodoma” (2011) scritto con Paolo Colonnello. Su repubblica.it tiene il blog Blog Trotter, uno dei primissimi generati da un quotidiano italiano.

Articoli Premium di Leonardo Coen

Società - 5 febbraio 2018

Var sarà maschile o femminile? Per insultare il dilemma va sciolto

Sempre caro mi fu l’ermo colle delle imperfette ma umanissime partite prive di Video Assistance Referee, quando potevi urlare a squarciagola “arbitro cornuto!”, estendendo eventualmente l’ingiuria ai complici guardalinee. Il “cornuto”, infatti, era (ed è, la Var non lo esenta dalle sue colpe) il bersaglio dell’impietoso odio da curva, responsabile di tutti i mali e […]
Commenti - 29 gennaio 2018

La “razza” di chi non tornò e la stirpe di quelli che dimenticano

Ricorda la neo senatrice a vita Liliana Segre che 896 cittadini milanesi di religione ebraica furono vittime del nazifascismo e che dai lager ne ritornarono una manciata. Ricorda Mario Delpini, arcivescovo di Milano, che le leggi razziali passarono tra l’indifferenza pavida degli italiani e che oggi la parola razza rischia di dominare l’attuale campagna elettorale. […]
Cultura - 21 gennaio 2018

Adieu a Paul Bocuse: la Francia perde l’imperatore della zuppa

Alle 13 e 11 di un sabato d’inverno freddo, grigio e assai ventoso, ideale per memorabili pranzi da degustare nei templi culinari della sua prodiga regione, Gérard Collomb – ministro degli Interni di Macron ed ex sindaco di Lione – diffonde un tweet che gronda cordoglio nazionale. Deve annunciare che un’altra stella del firmamento d’Oltralpe […]
Cronaca - 20 gennaio 2018

Leggi razziali e lager: la marcia di Liliana fino a Palazzo Madama

Sono passate da poco le undici del mattino. Liliana Segre è ancora a casa, si sta preparando per le cerimonie del primo pomeriggio – la posa di alcune “pietre d’inciampo” per ricordare le vittime del nazifascismo – quando squilla il telefono di casa. È la “batteria” del Quirinale: “Il presidente della Repubblica desidera parlarle”. Liliana […]
Commenti - 15 gennaio 2018

Una buona idea a Milano: il calcio onora la Shoah al Binario 21

L’amico e collega Gianluca Tizi di professione è anche procuratore sportivo. Gennaio, qui a Milano, è tempo di fervido calciomercato e sabato 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria. Succede che Gianluca ha un’idea: poiché il calciomercato si pratica tradizionalmente nelle hall e nelle suite degli alberghi attorno alla Stazione Centrale; poiché il calcio, […]
Mondo - 10 gennaio 2018

“Corteggiamento non è aggressione”

C’è stata in America la clamorosa ed appassionata notte delle women in black alla cerimonia dei Golden Globe, le attrici tutte in nero per ricordare le discriminazioni e rivendicare il coraggio nel denunciare gli abusi del potere degli uomini, “il cui tempo è scaduto” (Ophrah Winfrey). E c’è stata, ieri, in Francia, l’altrettanto clamorosa lettera […]
Mondo - 6 gennaio 2018

#ChièCharlie? Tre anni dopo la memoria perduta di Parigi

Siamo stati #jesuisCharlie! Poi, ce ne siamo dimenticati. Ebbene, restiamo “Toujours Charlie!”, cioè sempre Charlie! Lo propongono da qualche giorno sui muri di Parigi e su quelli delle stazioni metro dei manifesti di stile giacobino, graficamente retrò, politicamente quasi sessantottini: sfondo rosso, strisce blu, coccarda tricolore, slogan in bianco. Con l’invito di andare a riempire […]
Mondo - 27 dicembre 2017

Bye bye Navalny Putin si blinda. Opposizione zero

I tre giorni del Condor Navalny. Tutto comincia domenica 24 dicembre, quando, da un palchetto improvvisato sul lungo fiume della Moscova (nessuno gli ha concesso l’uso di una sala), l’avvocato-blogger Alexei Navalny, il più credibile degli oppositori di Putin, annuncia che è “fiero” di presentarsi come “candidato di tutta la Russia” alle prossime elezioni presidenziali […]
Mondo - 20 dicembre 2017

Cent’anni della premiata ditta Kgb: Putin omaggia il lato oscuro della (sua) forza

Per Vladimir Putin il 20 dicembre è la data che più lo coinvolge e lo commuove: la “festa del cekista”, cioè il giorno in cui la Russia celebra gli spioni. Per la casta degli intoccabili 007 russi, è un appuntamento in cui chi vi appartiene si riconosce. E rinsalda i legami. Prima che l’Urss crollasse, […]
Italia - 18 dicembre 2017

A Brescello sott’acqua, dove ritorna il sogno di don Camillo

Caro Enrico, qui si litiga su Babbo Natale. L’anno scorso c’era stata la guerra dei presepi. Prima ancora, quella dei pini natalizi. Quest’anno a Sovico, in Brianza, è stato spento il disegno che proiettava Santa Claus sulla facciata dell’oratorio di san Giuseppe con la slitta piena di doni trainata dalle renne. Qualcuno deve avere indottrinato […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×